Tags

, ,

“Ma se gridi, la notte, chi ti sente?»… Chi lo aveva detto? O scritto? Ma sì, il povero grande Rilke, buon’anima. Mi si era messo a piangere davanti in una bettola di Trieste, non lontano dall’Acquario. Le lacrime gli piovevano soprattutto dal naso e se lo era sfregato contro la manica” (A. Burgess, Gli strumenti delle tenebre)

Advertisements