71. “Sono forse colpevole davanti a Dio, ma d’altronde solo la volontà divina può aver generato desideri ai quali non ho saputo resistere” Mikszath Kalman, il vecchio farabutto, trad. Andrea Renyi)

Advertisements